Colorful tiles on the roof of St. Stephen's Cathedral in Vienna

Vienna Media News

You are here:

Informazioni stampa Vienna 12/2022 Nuovi progetti nella ristorazione a Vienna

Negli ultimi anni si è assistito a un incredibile boom di nuove aperture nel mondo dei bar di Vienna, dai classici american bar a nuove formule trendy. Il mondo dei bar di Vienna è infatti noto per la sua ospitalità e la sua elevata qualità, ed è poliedrico come la città stessa. Lo dimostrano anche le ultime inaugurazioni: il Treehaus è un cocktail bar spettacolare con un vero albero di noce, con tanto di fiori e foglie, che cresce dal bancone del bar. Qui si pone un accento particolare sul design: il parquet scuro è in netto contrasto con il marmo chiaro, la tappezzeria in velluto e l’ottone riscaldano l’ambiente. Fitzcarraldo è uno speakeasy ben nascosto, come ai tempi del proibizionismo americano, il cui ingresso è nascosto da un distributore di bevande in Neubaugasse. All'interno si rivela un universo fatto di mobili e carta da parati in stile liberty e fantasiose piante esotiche, che creano un'associazione visiva con il nome del bar. Klaus Kinski infatti nel suo ruolo più noto, quello di Fitzcarraldo, si muoveva nella giungla peruviana. I drink del bar sono eccentrici proprio come lo era Fitzcarraldo. L'Easy Spice è avvolta nei vapori come ai migliori tempi della cucina molecolare, altri drink vengono accompagnati da bolle di sapone e nuvole commestibili.

Lo Sputnik Bar non va inteso come un omaggio alla Russia (lo chiarisce anche un simbolo della pace con i colori nazionali ucraini all'ingresso) ma è un riferimento al satellite lanciato nel 1957. Il bar Sputnik ha l'aspetto di una vecchia astronave ed emana al contempo il fascino di un diner americano. Comodi sgabelli, tavoli luminosi e tanto acciaio inossidabile ricordano gli albori delle spedizioni nello spazio. I cocktail puntano sulla vodka, l'alcolico di base del locale.

Nuovi hotel con ristorante

I nuovi hotel di Vienna sono abbinati all'apertura di ristoranti: Neue Hoheit è il nome del ristorante dell'hotel di lusso Rosewood Vienna, che dall'agosto 2022 impreziosisce la città. La brasserie con bar sul tetto offre una vista panoramica sul centro di Vienna all’altezza della vicinissima cupola della chiesa di San Pietro. Il menu del Neue Hoheit comprende piatti da brasserie, specialità austriache e frutti di mare.

L'hotel boutique di lusso The Amauris lungo la Ringstrasse di Vienna aprirà alla fine del 2022 nel palazzo dove si trovava l'hotel The Ring. Anche in questo caso al Glasswing, il ristorante dell'hotel, si punta su un raffinato fine dining, dove lo chef Alexandru Simon propone nuove creazioni ispirate alla cucina viennese. Proprio accanto si trova il Glasswing Bar & Bistro, perfetto per un caffè, uno snack o un cocktail.

Sempre lungo la Ringstrasse di Vienna si trova il nuovo boutique hotel O11 (che sta per l'indirizzo, Opernring 11). Anche qui si trovava già un albergo (Das Opernring), che è stato completamente ristrutturato e trasformato. La cucina del ristorante dell'hotel Hayakan si ispira a quella asiatica e fa riferimento a una formula olistica che mira a combinare alloggio, gastronomia e divertimento. Nel seminterrato dell'edificio si trova il locale notturno “Heidi”, un misto tra discoteca di tendenza e rifugio di montagna. L'apertura del ristorante Hayakan è prevista per la primavera del 2023.

Il magdas Hotel, inaugurato nel 2015, è stato il primo social business hotel in Austria. L'associazione impiega ex-rifugiati e li aiuta ad apprendere una professione e ad ambientarsi a Vienna. Il magdas Hotel Vienna City, originariamente situato nel secondo distretto, dall'ottobre 2022 si trova nel terzo distretto. Risparmiando risorse e utilizzando molto vintage, recycling e upcycling, un'ex-residenza per sacerdoti degli anni Sessanta è stata trasformata in un hotel unico nel suo genere. Lo stesso approccio vale anche per il magdas Lokal, che propone piatti internazionali e un'eccezionale colazione a base di ingredienti biologici (brunch nei fine settimana e nei giorni festivi fino alle 15:00).

Cambi di gestione

Ma non solo per gli hotel: anche in diversi ristoranti è avvenuto un cambio di gestione. Walter Bauer, che era alla guida di uno dei più tradizionali ristoranti stellati di Vienna, è andato in pensione e ha affidato il suo omonimo ristorante a un successore. Il grande chef tedesco Marcus Duchardt ha rilevato il 1° ottobre 2022 il ristorante, che ora porta il nome di Duchardt e propone una cucina franco-austriaca di alto livello.

Anche Das Spittelberg ha cambiato recentemente gestione, e ora è gestito da Max Stiegl, noto chef de cuisine che gli ha dato il nome di Stanko + Tito. Nel suo stile culinario Max Stiegl si ispira alle sue radici slovene. Nella zona anteriore del ristorante c'è la classica griglia balcanica con cevapcici, in quella posteriore si servono invece tradizionali piatti dei Balcani, rielaborati con cura da Max Stiegl.

Dalla Praterstrasse al Praterstern

Anche nella via Praterstrasse, che conduce alla piazza Praterstern, le novità non mancano: il Golden Parrot è un mix tra un moderno locale nello stile della cultura del caffè third wave e un bar dove sorseggiare un aperitivo e gustare ottimi snack. Il locale va così a integrare una serie di interessanti progetti gastronomici che hanno già fatto della via Praterstrasse un'area di locali molto frequentata.

Un po' più avanti si trova il nuovo Praterwirt, un ristorante con macelleria propria che si basa su un'interessante formula: i proprietari puntano su un consumo consapevole della carne, rifiutano gli allevamenti industriali e si orientano verso selezionate carni nazionali di ottima qualità. La carne acquistata da produttori qualificati viene lavorata e venduta dai macellai della casa e poi servita nel ristorante adiacente. Lo stile è quello della Cucina Viennese: dalla tipica zuppa con i crostini di milza, la Milzschnitten-Suppe, alla carne impanata Altwiener Backfleisch. Inoltre, il Praterwirt è il primo locale in Austria a offrire birra non pastorizzata. La birra Budweiser proviene direttamente dalla Repubblica Ceca, viene conservata in appositi serbatoi e spillata in loco.

Biologici e sostenibili

Il Pure am Praterstern, realizzato in un'ex-commissariato di polizia nell'ambito dei lavori di riqualificazione in piazza Praterstern, segue una linea di cucina completamente vegetariana. Questo ristorante progettato dagli architetti viennesi KENH accompagna gastronomicamente i clienti durante tutta la giornata, dalla colazione al salutare pranzo fino all'after work drink. I prodotti sono al 100% biologici e vegetariani, con particolare attenzione alla regionalità.

Il tradizionale panificio viennese Ströck gestisce dal 2014 il frequentato ristorante Ströck Feierabend nel terzo distretto e ora ha aperto un'altra filiale nel settimo distretto. Ströck Feierabend in via Burggasse è tutto all’insegna di piatti sostenibili a base di prodotti regionali e biologici, alcuni dei quali provengono persino dall'orto del ristorante situato nell'area di Aspern. Magnifici soffitti a volta caratterizzano il nuovo Ströck Feierabend, che un tempo ospitava una rivendita di ferramenta. Qui ci si concentra su colazione e pranzo.

L'apertura del nuovo ristorante C.O.P. della famiglia di gastronomi Molcho (nota per i suoi ristoranti NENI), inizialmente prevista per l'estate, è stata posticipata alla fine di novembre 2022. C.O.P. sta per “Collection of Produce” ed è un progetto congiunto di Haya Molcho e dello chef de cuisine Elihay Berliner. Al C.O.P. fondamentale è la formula “farm to table”. Ci si concentra su prodotti regionali a km 0 o quasi.

Gastronomia al Parlamento e la prima food hall di Vienna

Il 12 gennaio 2023 il palazzo del Parlamento lungo la Ringstrasse riaprirà i battenti dopo diversi anni di ristrutturazione. I visitatori avranno numerose opportunità di condividere la vita parlamentare. Una di queste è il nuovo ristorante Kelsen nell'ampliato attico dell'edificio. Il ristorante prende il nome da Hans Kelsen, autore della Costituzione Federale Austriaca, ed è aperto anche agli ospiti esterni (a pranzo e a cena). Qui si propone una cucina austriaca sostenibile. Un bistrot (aperto tutto il giorno, cocktail serali compresi) e una mensa self-service per il pranzo integrano l'attività di ristorazione. Diverse terrazze esterne offrono una vista del tutto nuova sul centro storico di Vienna.

In un'ex rimessa per carrozze nel dodicesimo distretto aprirà nel marzo 2023 Gleisgarten, la prima food hall di Vienna. Nei diversi ristoranti gli chef de cuisine daranno prova delle loro abilità e ci saranno anche un caffè, una birreria e un cocktail bar. E tutto questo sotto un unico tetto. Sono previsti anche numerosi eventi, dai concerti dal vivo ai jazz brunch e alle mostre.

Indirizzi:

Contact

Ente per il Turismo di Vienna
Isabella Rauter
tel. (+ 43 1) 211 14-301