Colorful tiles on the roof of St. Stephen's Cathedral in Vienna

Vienna Media News

You are here:

Informazioni stampa Vienna 03/2022 Alla festa in giardino - Locali con una vita interiore verdissima

Chez Bernard 

Al settimo piano nel nuovo Hotel Motto succede qualcosa di meraviglioso. Chez Bernard, Restaurant et Bar, è una meraviglia per gli occhi, non riservata agli ospiti dell’hotel. Qui ci si gustano cocktail e raffinata cucina in compagnia vegetale. Pendenti dal soffitto e fra le poltroncine crescono felci, filodendri e begonie di tutti i tipi. Nella primavera del 2022 verrà inaugurata anche la terrazza sul tetto da dove la vista sui tetti di Vienna sarà spettacolare come anche le piante negli interni.

Adlerhof 

Il vecchio diventa Adlerhof. Nel modo più bello, perché l’Adlerhof è stato completamente rinnovato e dell'ex-osteria tradizionale viennese è rimasto solo il nome. Tuttavia ad alcuni bellissimi particolari è stata data nuova vita in collaborazione con il Design Atelier Karasinski. La scala a chiocciola della cantina per esempio è stata portata al piano terra ed adesso, ricoperta di piante in vaso, è il cuore del giardino d’inverno. Ma anche le curatissime specialità nei piatti non vanno trascurate.

Hansen 

Hansen si trova nei sotterranei dell’ex-sede della Borsa lungo la Ringstrasse. Non si può non notare l’edificio in mattoni rossi. E lo stesso vale per la rigogliosa vegetazione all’interno. Il ristorante si divide gli spazi con il negozio Lederleitner, il posto dove si va a Vienna quando si cercano piante, vasi e ispirazione per interni ed esterni. Le piante formano un divisorio verde fra il negozio e il ristorante, per potersi dedicare completamente ai piaceri del palato: cucina ispirata a quella italiana, con prodotti regionali. Il menù viene aggiornato regolarmente con highlight stagionali.

Calienna 

Al Calienna in Neubaugasse, dove dal 2020 il piacere del caffè si abbina alle piante esotiche, non ci si limita a preparare bevande, ma si lavora anche alacremente. L’offerta va dalle piante verdi per interni al fragrante caffè messicano della torrefazione viennese Süssmund fino a un negozio e studio creativo. I gestori si sono attribuiti la missione di trasformare gli spazi con piante e creative formule di arredamento in luoghi in cui crescere e fiorire.

Palmenhaus 

Il Palmenhaus, l’ultima grande orangerie degli Asburgo, dall’epoca della sua inaugurazione nel 1902 fino alla fine della monarchia era riservato esclusivamente ai membri della casata imperiale. Dal 1998 questa serra con una cupola di vetro di 15 metri è una brasserie e soprattutto in inverno un luogo in cui rifugiarsi dal freddo in un ambiente che ricorda una vacanza in una foresta tropicale. La colazione è popolare come i cocktail serali e la pasticceria realizzata in proprio è ancora più buona abbinata alla vista sui giardini del Burggarten.

Ponykarussell 

Il magnifico edificio a cupola risale al 1887 e per molti anni è stato la principale attrazione per i bambini al Wurstelprater. Oggi i pony del carosello sono ormai in pensione. Ma lo stesso al Ponykarussell gira tutto per il verso giusto: è stato riaperto come metà giungla e metà carosello, e delizia ora con i piaceri del palato. Le vistose decorazioni raffigurano piante e animali esotici, e l’organo di Molzer al centro del locale ricorda nostalgicamente il Prater di un tempo. In primo piano nel menù, la colazione - anche in versione vegana.

Hannelore 

Cocktail ed electro-sound fanno dell’Hannelore il più nuovo cocktail-club della città. Molte piante verdi e sedute in morbido velluto portano atmosfera da salotto in Dorotheergasse 6. Il grande albero al centro del bar non fa ombra, ma completa il verdissimo quadro. Qui è possibile degustare oltre 24 varietà di gin. Dicono che il vistoso cocktail arancione “Rabbithole Daiquiri” tocchi persino l’anima. Provare per credere!

Indirizzi: 


Contact

Ente per il Turismo di Vienna
Isabella Rauter
tel. (+ 43 1) 211 14-301