Informazioni stampa Vienna 11/2019 Rassegne su Beethoven a Vienna


Il Kunsthistorisches Museum Vienna, il museo di storia dell'arte di Vienna, rende omaggio al grande maestro del classicismo viennese, del quale nel 2020 ricorre il 250esimo anniversario della nascita, con un'insolita mostra allestita in cooperazione con l'archivio della Società degli Amici della Musica di Vienna. La rassegna Beethoven moves, che va intesa come una riflessione poetica sul compositore e sul suo operato, propone dipinti di Caspar David Friedrich, schizzi di William Turner, opere grafiche di Francisco de Goya e di Jorinde Voigt, sculture di Auguste Rodin, Rebecca Horn e John Baldessari, una scultura performativa di Tino Sehgal, un video di Guido van der Werve e molte altre opere, e mette tutti questi lavori in relazione alla musica e al personaggio di Beethoven, collegandoli così visualmente all’epoca attuale: capolavori delle arti visive si coniugano così alla musica e al silenzio.

Il Museo Leopold presenta nell'anno dedicato alla ricorrenza la mostra Ispirazione Beethoven. Una sinfonia in immagini, Vienna 1900. La Sesta Sinfonia di Beethoven, detta “Pastorale”, ispirò nel 1899 il pittore Josef Maria Auchentaller, esponente viennese dello stile Liberty e collega di Klimt, a realizzare un monumentale ciclo pittorico per la sala della musica del goielliere Scheid. Il Museo Leopold ricostruisce per la prima volta il ciclo, a simboleggiare la venerazione per Beethoven degli artisti nell'epoca a cavallo tra Ottocento e Novecento.

La Biblioteca nazionale austriaca presenta nell'ambito della rassegna Beethoven. Mondo umano e scintilla divina, allestita nel Salone di gala, lettere originali e manoscritti di capolavori di Beethoven. Sono esposte nove pagine dello spartito della Nona Sinfonia, prestito della città di Berlino, nonché il manoscritto autografo dell'unico concerto per violino composto da Beethoven (op. 61). La collezione musicale della Biblioteca nazionale, oltre alle 130 lettere scritte dal Maestro, possiede anche la “Collezione Hoboken”, che comprende quasi tutte le prime stampe delle opere di Beethoven.

La rassegna La triade del Classicismo viennese: Haydn – Mozart  – Beethoven al Mozarthaus Vienna  ricostruisce le analogie, i parallelismi e i contrasti tra i tre giganti del mondo della musica. Mozart e Haydn erano legati da una stretta amicizia e facevano musica insieme nell'abitazione di Mozart (oggi Mozarthaus Vienna). Beethoven avrebbe voluto essere allievo di Mozart, più tardi Haydn divenne il suo insegnante.

La Casa della musica nel centro storico di Vienna, della cui fondazione il 15 giugno 2020 ricorre il ventesimo anniversario, nell'Anno di Beethoven prevede tutta una serie di iniziative: la Sala di Beethoven nella Casa della Musica verrà riallestita e integrata temporanemante da documenti originali. Nell'ambito della rassegna permanente si possono qui ammirare due calchi del volto del compositore, uno realizzato in vita e uno dopo la morte, diversi autografi, progetti di scenografie, nonché una cartina su cui sono indicate le 68 abitazioni in cui alloggiò Beethoven a Vienna. Con l'installazione sonora Inside Beethoven i visitatori, grazie ad avanzate tecnologie musicali e a una raffinata architettura museale, potranno sperimentare con mano cosa si ascolta e cosa si prova quando si è parte di un ensemble musicale (10 giugno-10 ottobre 2020). A partire dall'ottobre 2020 l'esposizione straordinaria Bernstein’s Beethoven nel cortile interno del museo, realizzata in cooperazione con la Casa di Beethoven di Bonn, è dedicata alle interpretazioni beethoveniane del celebre direttore d'orchestra americano.

Un vero e proprio luogo di pellegrinaggio per tutti gli appassionati di Beethoven è il Museo Beethoven nel 19esimo distretto. Il centro, inaugurato nel 2017, propone numerosi oggetti legati alla vita del Maestro a Vienna. È qui che Beethoven compose pezzi per pianoforte, sonate per violino, l'oratorio “Cristo sul Monte degli Ulivi” e parti della sinfonia “Eroica”. Inoltre egli scrisse qui la sua celebre lettera ai fratelli, il cosiddetto “Testamento di Heiligenstadt”, mai inviato, in cui il grande musicista parla della sua progressiva sordità.

Nella Casa Pasqualati all'indirizzo Mölker Bastei, nel centro storico di Vienna, ai giorni nostri un luogo commemorativo, Beethoven visse con interruzioni per otto anni in totale. A mettergli a disposizione l'abitazione, in cui compose la sua opera lirica “Fidelio” e diverse sinfonie, nonché il noto pezzo per pianoforte “Per Elisa”, fu il suo mecenate, il barone Giovanni Battista Pasqualati. Alla Secessione, che nel 1902 dedicò al geniale compositore un'intera rassegna, si può ammirare il celebre “Fregio di Beethoven”. Il dipinto murale lungo ben 34 metri e alto due, che si ispira alla “Nona” di Beethoven e alla sua interpretazione da parte di Richard Wagner, è considerato una delle opere principali dello stile Liberty viennese. Nel 2020 i visitatori potranno ascoltare in cuffia la nuova interpretazione del quarto movimento della Sinfonia N° 9 in Re minore op. 125 di Beethoven mentre ammirano il capolavoro di Klimt.

La Collezione di Strumenti musicali storici alla Hofburg dedica la splendida Sala dei Marmi all'epoca di Beethoven. Saranno esposti anche un busto e due ritratti del grande musicista.

  • Beethoven bewegt (Beethoven moves), 25.3-5.7.2020, Kunsthistorisches Museum Wien, Maria-Theresien-Platz, 1010 Vienna, www.khm.at
  • Inspiration Beethoven. Eine Symphonie in Bildern aus Wien 1900 (Ispirazione Beethoven. Una sinfonia in immagini, Vienna 1900), 30.5-21.9.2020, Leopold Museum (Museo Leopold), MuseumsQuartier Wien, Museumsplatz 1, 1070 Vienna, www.leopoldmuseum.org
  • Beethoven. Menschenwelt und Götterfunken (Mondo umano e scintilla divina), 19.12.2019-19.4.2020, Nationalbibliothek (Biblioteca nazionale), Prunksaal (Salone di gala), Österreichische Nationalbibliothek (Biblioteca nazionale austriaca), Josefsplatz 1, 1010 Vienna, www.onb.ac.at
  • Die Trias der Wiener Klassik: Haydn – Mozart – Beethoven. Gemeinsamkeiten – Parallelen – Gegensätze (La triade del Classicismo viennese: Haydn – Mozart  – Beethoven. Analogie – parallelismi – contrasti) 19.2.2020-31.1.2021, Mozarthaus Vienna, Domgasse 5, 1010 Vienna, www.mozarthausvienna.at
  • Haus der Musik. Das Klangmuseum (Casa della Musica. Il Museo del Suono), Seilerstätte 30, 1010 Vienna, www.hdm.at
  • Beethoven Museum (Museo Beethoven), Probusgasse 6, 1190 Vienna, www.wienmuseum.at
  • Pasqualatihaus (Casa Pasqualati), Mölker Bastei 8, 1010 Vienna, www.wienmuseum.at
  • Secession, Friedrichstrasse 12, 1010 Vienna, www.secession.at
  • Sammlung alter Musikinstrumente (Collezione di Strumenti musicali storici), Hofburg, Neue Burg, Heldenplatz (Weltmuseum), 1010 Vienna, www.khm.at

Relazioni Stampa Italia

Relazioni Stampa Svizzera

Ente per il Turismo di Vienna
Nikolaus Gräser
tel. (+ 43 1) 211 14-365

Recommend article

Please complete all the mandatory fields marked with *.
The data and email addresses you provide will not be saved or used for other purposes.

From
to
Rate this article
Recommend article

Please complete all the mandatory fields marked with *.
The data and email addresses you provide will not be saved or used for other purposes.

From
to
Feedback to the vienna.info editorial team

Please complete all the mandatory fields marked with *.

Title *
Service links