By using our website, you are agreeing to cookies being stored and Google Analytics being used on your device in order to offer the best possible service. You can find more information on this here.

B2B service for the tourism industry To website for visitors to Vienna
Colorful tiles on the roof of St. Stephen's Cathedral in Vienna

Informazioni stampa Vienna 11/2015 Un museo per il Re del Valzer

Quale città è più indicata di Vienna per ospitare un museo dedicato a questo grande maestro? Il Museo della Dinastia di Johann Strauss nel nono distretto, inaugurato nella primavera 2015, è il primo museo al mondo che approfondisce la storia e l’operato dell’intera famiglia Strauss, dunque di Johann Strauss padre, del Re del Valzer Johann Strauss figlio e dei suoi fratelli Josef ed Eduard Strauss. Attende i visitatori una grande quantità di immagini e documenti dall’epoca del Biedermeier viennese fino all’era della Ringstrasse. Alle postazioni audio si possono inoltre tranquillamente ascoltare con le cuffie e quante volte si vuole opere più o meno note composte dai membri della dinastia Strauss.

Johann Strauss (1825-1899), che la famiglia e gli amici chiamavano “Schani”, l’omonimo padre e i suoi fratelli Josef ed Eduard conquistarono il mondo con le loro composizioni musicali. Le loro opere, più di 1.500, ancora oggi rappresentano nel modo migliore la musica viennese, basti pensare al “Pipistrello”, alla “Marcia di Radetzky“ o a “Sul bel Danubio blu”. I loro valzer e operette risuonano nelle sale da concerto e anche in occasione del tradizionale Concerto di Capodanno, che viene trasmesso in diretta in tutto il mondo dalla Sala dorata del Musikverein.

Oltre al museo a Vienna esiste anche un monumento dorato a Johann Strauss. Si trova nei giardini dello Stadtpark di Vienna, nei pressi del Kursalon, e raffigura il Re del Valzer mentre suona il violino. Alla sua inaugurazione, avvenuta nel 1921, si esibì l’Orchestra Filarmonica di Vienna. Oggigiorno lo “Schani dorato” è una delle statue più fotografate di Vienna. Nella sua abitazione situata in Praterstrasse 54, nel secondo distretto, Johann Strauss figlio scrisse nel 1867 il suo valzer più noto: “Sul bel Danubio blu”, l’inno ufficioso di Vienna. Strauss ci visse insieme alla sua prima consorte, Jetty, dal 1863 al 1870. Si possono qui ammirare i mobili e gli strumenti originali di Strauss, diversi oggetti di uso quotidiano che appartenevano al maestro, nonché ritratti, fotografie e diversi documenti legati alla sua vita e al suo operato. Il sepolcro commemorativo del Re del Valzer si trova – come potrebbe essere diversamente – al Cimitero centrale di Vienna, nelle vicinanze delle tombe di Beethoven, Schubert, Brahms e Strauss padre.

  • Museum der Johann Strauss-Dynastie (Museo della Dinastia di Johann Strauss), Müllnergasse 3, 1090 Vienna, www.strauss-museum.at
  • Monumento a Johann Strauss, Stadtpark, 1010 Vienna
  • Abitazione di Johann Strauss, Praterstrasse 54, 1020 Vienna, www.wienmuseum.at
  • Zentralfriedhof (Cimitero centrale), Simmeringer Hauptstrasse 234, 1110 Vienna, www.friedhoefewien.at

Relazioni Stampa Italia

Relazioni Stampa Svizzera

Ente per il Turismo di Vienna
Nikolaus Gräser
tel. (+ 43 1) 211 14-365

Rate this article
Feedback to the vienna.info editorial team

Please complete all the mandatory fields marked with *.

Title *
Title
Service links