By using our website, you are agreeing to cookies being stored and Google Analytics being used on your device in order to offer the best possible service. You can find more information on this here.

B2B service for the tourism industry To website for visitors to Vienna
Colorful tiles on the roof of St. Stephen's Cathedral in Vienna

Informazioni stampa Vienna 06/2015 Ritratto di un distretto viennese: il nono

Il nono distretto di Vienna è situato tra l’elegante centro storico e il trafficato Gürtel, la strada che separa i distretti centrali di Vienna da quelli periferici. Alsergrund – è questo il nome di questo distretto, il settimo per estensione della città – è nato nel 1850 dall’unione di diversi piccoli sobborghi. Il suo nome lo deve al torrente Als, che è stato canalizzato e oggi scorre sotto terra. Il distretto di Alsergrund con i suoi palazzi che risalgono alla Gründerzeit è spesso definito un “distretto borghese”. Sigmund Freud abitava e lavorava al celebre indirizzo Berggasse 19, nel barocco Palazzo in Villa Liechtenstein il principe presenta la sua collezione di opere d’arte e al Lycée Français de Vienne le lezioni si tengono in francese.

L’istruzione è un elemento determinante del nono distretto. Numerose facoltà e centri universitari, e anche il Campus dell’Università si sono stabiliti ad Alsergrund. Ed è proprio nell’areale di quest’ultimo, nella zona chiamata “altes AKH”, vecchio AKH, che nel 1693 iniziò la storia del più grande ospedale dell’Austria, l’AKH, l’ Allgemeines Krankenhaus, l’ospedale generale di Vienna. Intorno al gigantesco “nuovo” AKH (inaugurato nel 1994) lungo il Gürtel di Vienna è sorto un raggruppamento di centri dedicati alla medicina: l’ospedale pediatrico St.-Anna-Kinderspital, diverse cliniche private, la facoltà di medicina, nonché due istituzioni storiche per la medicina austriaca, il Josephinum con i suoi preziosi modelli in cera, e la Collezione di Anatomia patologica nella Torre dei Folli. Oltre al museo dedicato al celeberrimo fondatore della psicoanalisi Sigmund Freud, nel nono distretto ha sede un altro museo, recentemente allestito, dedicato ad un maestro dello stesso ambito: Viktor Frankl, psichiatra e neurologo, fondatore della logoterapia e dell’analisi esistenziale.

La scienza e la medicina sono temi importanti nel nono distretto, ma anche la cultura ha la sua parte. La Volksoper propone oltre 300 spettacoli a stagione, opere liriche, operette, musical, concerti e spettacoli di danza. Il teatro Schauspielhaus punta invece sul teatro d’autore contemporaneo. Nella casa natia di Schubert si commemora il geniale compositore viennese e alla Schubertkirche, la chiesa dedicata a Schubert situata nelle vicinanze, si eseguono spesso opere del grande compositore. Anche la Chiesa votiva, edificata in stile neogotico nell’epoca di costruzione della Ringstrasse, è teatro di concerti. E poi c’è un edificio molto più prosaico nel nono distretto che è anch’esso divenuto celebre: l’inceneritore di Spittelau, che per la sua colorata facciata concepita dall’artista e ambientalista viennese Friedensreich Hundertwasser è ormai una vera e propria attrazione turistica.

Una delle aree più frequentate nel distretto di Alsergrund è quella che circonda la romantica Servitengasse: dai fiorai Zweigstelle e e.Bosco Blumen si possono acquistare bellissimi fiori e piante, alla Xocolat Manufaktur e al Naschsalon deliziosi dolci e alla microtorrefazione Caffè a Casa un ottimo caffè. D’estate sono in tanti ad affluire al Summerstage, una simpatica area dedicata alla gastronomia adagiata lungo le sponde del Canale del Danubio. Un po’ più a valle l’electronic music club Grelle Forelle il venerdì e il sabato propone house, electro, techno e hip hop.

Relazioni Stampa Italia

Relazioni Stampa Svizzera

Ente per il Turismo di Vienna
Nikolaus Gräser
tel. (+ 43 1) 211 14-365

Rate this article
Feedback to the vienna.info editorial team

Please complete all the mandatory fields marked with *.

Title *
Title
Service links