By using our website, you are agreeing to cookies being stored and Google Analytics being used on your device in order to offer the best possible service. You can find more information on this here.

B2B service for the tourism industry To website for visitors to Vienna
Colorful tiles on the roof of St. Stephen's Cathedral in Vienna

Informazioni stampa Vienna 05/2015 Grandi rassegne a Vienna nella seconda metà del 2015

Diversi musei hanno voluto organizzare delle rassegne straordinarie in occasione del 150esimo anniversario dell’inaugurazione della Ringstrasse di Vienna. Il Belvedere propone a partire dal 3 luglio 2015 la mostra Klimt e la Ringstrasse, dedicata ai carismatici pittori dell’epoca. Si parte dall’operato del principe degli artisti Hans Makart fino a giungere al trionfo del giovane collettivo di pittori raccoltisi intorno a Gustav Klimt. L’esposizione Wiesenthal a Vienna al Museo Ebraico in piazza Judenplatz, allestita in occasione della decima ricorrenza della morte di questo grande personaggio austriaco, approfondisce il suo legame con la città in cui operò. Simon Wiesenthal (1908-2005) dedicò tutta la sua vita al passato nazionalsocialista, influenzando in modo decisivo il capitolo della Storia dell’Austria in cui fu necessario contrastare la tendenza a rimuovere i fatti della Guerra. Negli anni Novanta, dopo aver combattuto per anni, riuscì a far realizzare un memoriale per gli Ebrei assassinati nella shoah e contribuì così a cambiare il volto della città dove aveva scelto di vivere.

L’Albertina presenta Edvard Munch nella sua veste di pioniere delle arti grafiche ed espone 120 tra le più significative opere dell’artista norvegese, tra cui anche icone del suo operato artistico come “L’urlo”, “Madonna” e “Il bacio”. I mondi del Romanticismo, la seconda grande rassegna dell’Albertina, illustra i diversi volti di questo movimento artistico musicale, culturale e letterario, che iniziò ad affermarsi intorno al primo Ottocento. Si potranno ammirare opere di Caspar David Friedrich, Philipp Otto Runge, Francisco de Goya, Karl Friedrich Schinkel e William Turner. Il Museo Leopold al MuseumsQuartier si dedica invece nell’autunno 2015 agli albori dell’avanguardia tedesca nell’ambito del Modernismo.

La mostra Un’esplosione di colori. Capolavori dell’Impressionismo tedesco presenta una selezione di trenta dipinti e ottanta lavori su carta di tutti i principali esponenti dell’Espressionismo tedesco, tra cui gli artisti del circolo Die Brücke Ernst Ludwig Kirchner, Otto Mueller e Karl Schmidt-Rottluff, e rappresentanti delle associazioni artistiche Neue Künstlervereinigung München e Der Blaue Reiter, come Gabriele Münter, Alexej von Jawlensky e Franz Marc. Le opere esposte provengono dall’Osthaus Museum di Hagen.

Dopo il successo raccolto con la rassegna su Lucian Freud nel 2013/14, il Kunsthistorisches Museum Vienna propone in cooperazione con la Royal Academy of Art di Londra, nell’ambito del suo ciclo dedicato alla produzione artistica contemporanea e moderna, l’esposizione Joseph Cornell: desiderio di terre lontane. Si tratta della prima volta che un museo austriaco presenta l’operato dell’artista statunitense. Joseph Cornell nacque nel 1903 in una località della East Coast degli Stati Uniti. Non dimostrò mai particolare talento nel disegno, nella pittura o nella scultura e non venne nemmeno mai avviato a una formazione artistica tradizionale; ciononostante fu uno degli artisti più innovativi dell’America del Nord. Molto celebri sono le sue “box sculptures”: di solito si tratta di scatole chiuse da un coperchio di vetro, all’interno delle quali venivano assemblati in base ad insoliti criteri formali e contenutistici oggetti quotidiani o curiosi, raccolti dall’artista nel corso di decenni. Il Belvedere inferiore inaugura la stagione autunnale con la rassegna Klimt – Schiele – Kokoschka e le donne. Questi tre importantissimi pittori del Modernismo viennese si rapportarono allo scottante tema “donna” seguendo percorsi diversi ma con punti di contatto. La mostra esamina analogie e differenze tra i tre pittori, e permette di inquadrare i rapporti tra uomini e donne nel primo ventesimo secolo in un’ottica nuova.

Al dinamico artista danese-islandese Olafur Eliasson è dedicata una personale in due diverse sedi espositive di Vienna: il barocco Winterpalais del principe Eugenio ed il TBA21–Augarten. Le mostre propongono opere chiave di tre prestigiose raccolte private: la TBA21 di Vienna, la Colección Jumex di Città del Messico e la Juan & Patricia Vergez Collection di Buenos Aires. Inoltre nuovi lavori realizzati su commissione dall’artista non si limitano ai riferimenti topologici ma approfondiscono anche le relazioni tra l’operato di Eliasson ed il suo interesse critico e tropologico per il Barocco. L’esposizione Josef Frank: Against Design al MAK presenta i capolavori di Josef Frank, artista nato nel 1885 a Baden bei Wien e deceduto nel 1967 a Stoccolma. Frank fu uno dei maggiori architetti austriaci ed esponenti dell’arte applicata del ventesimo secolo. Con i suoi straordinari progetti per articoli tessili e mobili Frank è un significativo rappresentante del Modernismo, e ha fornito notevoli spunti che continuano ad influenzare ancora oggi il design internazionale.

  • Klimt und die Ringstrasse (Klimt e la Ringstrasse), 3.7-11.10.2015, Belvedere - Unteres Belvedere (Belvedere inferiore) & Orangerie, Rennweg 6, 1030 Vienna, www.belvedere.at
  • Wiesenthal in Wien (Wiesenthal a Vienna), 20.9.2015-marzo 2016, Jüdisches Museum am Judenplatz (Museo Ebraico), Judenplatz 8, 1010 Vienna, www.jmw.at
  • Edvard Munch, 25.9.2015-10.1.2016, Albertina, Albertinaplatz 1, 1010 Vienna, www.albertina.at
  • Welten der Romantik (I mondi del Romanticismo), 25.9.2015-10.1.2016, Albertina, Albertinaplatz 1, 1010 Vienna, www.albertina.at
  • Farbenrausch. Meisterwerke des deutschen Expressionismus (Un’esplosione di colori. Capolavori dell’Espressionismo tedesco), 9.10.2015-11.1.2016, Leopold Museum (Museo Leopold), MuseumsQuartier, Museumsplatz 1, 1010 Vienna, www.leopoldmuseum.org
  • Joseph Cornell: Fernweh (Joseph Cornell: desiderio di terre lontane), 20.10.2015-10.1.2016, Kunsthistorisches Museum Wien, Maria-Theresien-Platz, 1010 Vienna, www.khm.at
  • Klimt – Schiele – Kokoschka und die Frauen (Klimt – Schiele – Kokoschka e le donne), 22.10.2015-28.2.2016, Belvedere - Unteres Belvedere (Belvedere inferiore) & Orangerie, Rennweg 6, 1030 Vienna, www.belvedere.at
  • Olafur Eliasson, 21.11.2015-6.3.2016, Winterpalais, Himmelpfortgasse 8, 1010 Vienna, www.belvedere.at, TBA21 Thyssen-Bornemisza Art Contemporary – Augarten, Scherzergasse 1, 1020 Vienna, www.tba21.org
  • Josef Frank: Against Design, 16.12.2015-3.4.2016, MAK - Österreichisches Museum für angewandte Kunst/Gegenwartskunst (Museo austriaco di Arti Applicate/Arte Contemporanea), Stubenring 5, 1010 Vienna, www.blickfang.com, www.mak.at

Relazioni Stampa Italia

Relazioni Stampa Svizzera

Ente per il Turismo di Vienna
Nikolaus Gräser
tel. (+ 43 1) 211 14-365

Rate this article
Feedback to the vienna.info editorial team

Please complete all the mandatory fields marked with *.

Title *
Title
Service links