By using our website, you are agreeing to cookies being stored and Google Analytics being used on your device in order to offer the best possible service. You can find more information on this here.

B2B service for the tourism industry To website for visitors to Vienna
Colorful tiles on the roof of St. Stephen's Cathedral in Vienna

Informazioni stampa Vienna 7/2014 VIDEO: 150 anni di Ringstrasse

Download Video (MP4, 120 MB)

La storia della Ringstrasse di Vienna inizia il 20 dicembre 1857, quando l’imperatore Francesco Giuseppe I decise di far abbattere le fortificazioni che circondavano la città per far costruire nel cosiddetto “Glacis”, l’area antistante agli antichi bastioni e alle mura della città fino ad allora zona riservata ad usi militari, un prestigioso viale fiancheggiato da palazzi di rappresentanza. Il maggiore progetto urbanistico di tutta la storia di Vienna doveva collegare il centro storico, dominato dalla residenza imperiale e dagli edifici dell’aristocrazia, ai sobborghi dove viveva la piccola borghesia. Inoltre con questo spettacolare programma urbanistico si voleva anche far fronte all’enorme crescita demografica nella Vienna dell’epoca. La costruzione della Ringstrasse segnò anche il passaggio da feudale città di residenza della monarchia austroungarica a metropoli europea.

Il 1° maggio 1865 l’imperatore Francesco Giuseppe inaugurò ufficialmente la Ringstrasse. Il prestigioso viale però non era ancora ultimato, e i lavori di costruzione durarono ancora più di cinquant’anni. Erano coinvolti nella progettazione del viale i migliori architetti del tempo, tra cui spiccano Theophil von Hansen, Heinrich von Ferstel, Gottfried Semper e Carl von Hasenauer. Lo stile era quello dello storicismo architettonico, si riprendevano dunque correnti idealizzate del passato. Oggi i palazzi lungo la Ringstrasse sono tra le maggiori attrazioni della città. In parte si tratta di palazzi di rappresentanza imperiali come l’Opera di Stato, il Burgtheater, il Kunsthistorisches Museum e il Museo di Storia naturale. Parallelamente si edificarono costruzioni che stavano a dimostrazione della nuova consapevolezza democratica della popolazione: il Parlamento, il Municipio, l’Università. Anche l’alta borghesia, soprattutto quella ebraica, fece costruire lungo la Ringstrasse maestosi edifici, all’interno dei quali avevano luogo esclusivi “salotti”: basti pensare al Palais Epstein, al Palais Todesco o al Palais Ephrussi. Nel periodo di massima fioritura, lungo il viale si inanellavano ben 27 caffè.

Gli stupendi giardini lungo la Ringstrasse sono ancora oggi piacevolissime oasi di relax. La Ringstrasse è inoltre tutto l’anno teatro di grandi eventi allestiti nei palazzi lungo il viale o nelle sue piazze, tra cui il Mercatino natalizio di Gesù Bambino, il Festival della Musica su Schermo in piazza Rathausplatz, il Life Ball nelle sale del Municipio, per citare solo qualche esempio. Nel 2015 Vienna festeggia il 150esimo anniversario dell’inaugurazione della Ringstrasse allestendo numerose rassegne. Tutte le informazioni sui 150 anni di Ringstrasse sono indicati al sito www.ringstrasse2015.info, mentre fotografie per la stampa si possono scaricare al sito www.wien-bild.at (button “150 anni di Ringstrasse”).

Ringraziamo le seguenti istituzioni per la loro cortese cooperazione durante le riprese:

  • Stadt Wien (Comune di Vienna)
  • Vienna Ring Tram/Wiener Linien (Trasporti pubblici di Vienna)
  • Österreichische Bundesgärten (Giardini statali austriaci)
  • Naturhistorisches Museum Wien (Museo di Storia naturale di Vienna)
  • Wiener Urania (Osservatorio astronomico Urania)
  • Kursalon Wien

Relazioni Stampa Italia

Relazioni Stampa Svizzera

Ente per il Turismo di Vienna
Nikolaus Gräser
tel. (+ 43 1) 211 14-365

Rate this article
Feedback to the vienna.info editorial team

Please complete all the mandatory fields marked with *.

Title *
Title
Service links