By using our website, you are agreeing to cookies being stored and Google Analytics being used on your device in order to offer the best possible service. You can find more information on this here.

B2B service for the tourism industry To website for visitors to Vienna
Colorful tiles on the roof of St. Stephen's Cathedral in Vienna

Informazioni stampa Vienna 5/2014 150 anni di Ringstrasse: arteria del traffico e oasi di relax

I trasporti pubblici di Vienna sono stati presenti lungo la Ringstrasse fin dall’inizio: nel 1868 un tram trainato da cavalli percorreva la sezione tra Stubenring e Schottentor. Oggigiorno circolano lungo tratti della Ringstrasse le linee dei tram 1, 2, D e 71. Il Vienna Ring Tram permette di fare un giro di sightsseing completo intorno al centro storico. Durante la corsa di 25 minuti schermi e auricolari forniscono in sette diverse lingue informazioni sulle attrazioni. Il traffico individuale circola in senso orario lungo la Ringstrasse, che in alcuni tratti presenta fino a quattro corsie.

Un giro completo di questo viale lo si può fare anche in bicicletta, e ogni giorno 3.000 persone pedalano lungo la pista ciclabile Ringradweg. Alcune parti della Ringstrasse erano riservate alla circolazione di biciclette già nel lontano 1887. I sottopassaggi pedonali realizzati negli anni Sessanta a causa dell’intensificazione del traffico, tra cui Babenbergerpassage e Albertinapassage, sono oggi sede di eleganti club, e i pedoni possono attraversare nuovamente la Ringstrasse sulle strisce pedonali.

Nonostante la sua funzione di importante arteria del traffico, la Ringstrasse è anche un luogo di relax. Per l’allestimento del viale ci si è basati fin dai progetti iniziali su precisi principi paesaggistici. Tra la strada e gli edifici furono piantati lungo ambedue i lati da due a tre file di platani e di ailanti, e tra le due file si trovava un viale da percorrere a piedi o a cavallo. Gli ailanti però non riuscirono ad adeguarsi alle condizioni climatiche, e fu necessario ripiantarli più volte. L’attuale composizione di alberi del viale, al momento 2.400 singole piante che d’estate garantiscono una piacevole ombra, è formata soprattutto da aceri, tigli, bagolari, platani e ippocastani.

Anche gli storici e curatissimi giardini lungo la Ringstrasse sono stupende oasi di relax. Nei giardini del Volksgarten, dove d’estate fioriscono centinaia di rose, si trovano un monumento all’imperatrice Elisabetta e il tempietto Theseustempel, una copia in scala ridotta del Tempio di Efesto di Atene. Qui il Kunsthistorisches Museum, il Museo di Storia dell’Arte di Vienna, organizza rassegne di arte moderna. Nei giardini del Rathauspark, che circondano il Municipio e sono stati allestiti secondo il gusto inglese, crescono incantevoli alberi secolari, alcuni dei quali anche esotici. Nei giardini del Burggarten, dove si trova anche la visitatissima statua di Mozart, si trova il Palmenhaus, la casa delle palme, che è divisa in due e ospita da una parte un caffè-ristorante e la Casa delle Farfalle dall’altra. I giardini dello Stadtpark, aperti nel 1862, sono il parco più antico di Vienna, i cui sinuosi sentieri sono fiancheggiati da graziosi arbusti, prati e piccoli stagni. All’interno dello Stadtpark ci sono anche diverse statue, tra cui probabilmente il monumento più fotografato di Vienna, la statua dorata del “re del valzer”, Johann Strauss.

Relazioni Stampa Italia

Relazioni Stampa Svizzera

Ente per il Turismo di Vienna
Nikolaus Gräser
tel. (+ 43 1) 211 14-365

Rate this article
Feedback to the vienna.info editorial team

Please complete all the mandatory fields marked with *.

Title *
Title
Service links