By using our website, you are agreeing to cookies being stored and Google Analytics being used on your device in order to offer the best possible service. You can find more information on this here.

B2B service for the tourism industry To website for visitors to Vienna
Colorful tiles on the roof of St. Stephen's Cathedral in Vienna

Informazioni stampa Vienna 11/2011 VIDEO: Vienna macabra

Download Video (mp4, 158MB)

Download Video transcript

Il Cimitero centrale di Vienna entrò in funzione nel 1874, dopo che la popolazione urbana era enormemente cresciuta e con essa il fabbisogno di luoghi di sepoltura. Il camposanto è situato a sud-est della città e con i suoi 2,5 km² è il secondo per estensione in Europa (dopo il Cimitero di Ohlsdorf ad Amburgo), mentre per il numero delle persone che vi sono sepolte, tre milioni, addirittura il maggiore. È formato da una sezione interconfessionale e da diversi settori confessionali, tra cui uno ebraico, uno ortodosso, uno islamico ed uno buddista. L'artista André Heller lo ha definito un afrodisiaco per necrofili, ma, a prescindere da ciò, esso è soprattutto un luogo profondamente viennese: gli abitanti della città amano farci un giro con la famiglia, o passeggiano attraverso i bei viali (la rete di vie e viuzze dell'impianto supera i cento chilometri) e visitano le numerose tombe d'onore. La chiesa di San Borromeo, accanto al portale principale, è un gioiello dello stile liberty dell'allievo di Otto Wagner Max Hegele, ed i suoi interni sono dotati di un pavimento piastrellato, di pitture murali e di una cupola decorata a mosaico con ben 999 stelle su sfondo blu.

La Cripta dei Cappuccini, che fa parte del convento di Cappuccini in piazza Neue Markt, nel centro storico di Vienna, è il luogo di sepoltura più importante della famiglia degli Asburgo ed un luogo-simbolo della storia asburgica. Dall'inizio del 17esimo secolo sono stati qui inumati tutti gli imperatori della dinastia asburgica (ad eccezione di Rodolfo II, Ferdinando II e Carlo I). I sarcofagi e monumenti sepolcrali sono decorati con soggetti religiosi e simboli della fugacità del potere temporale. Attualmente riposano in questo luogo, che viene chiamato anche Cripta imperiale, circa 150 persone. L'ultimo imperatore ad esservi seppellito fu Francesco Giuseppe I (1916). Il 16 luglio 2011 è stato sepolto qui il figlio dell'ultima coppia di imperatori austriaci, Carlo e Zita, Ottone di Asburgo-Lorena. Anche i sarcofagi dell'imperatrice Elisabetta e del principe ereditario Rodolfo si trovano nella Cripta, che ancora oggi è custodita dall'ordine di monaci cattolici dei Cappuccini.

Il Museo delle Pompe funebri di Vienna, con i suoi mille pezzi esposti, offre una panoramica completa degli usi legati alla sepoltura, dei rituali di inumazione e del particolare rapporto che i Viennesi hanno con la morte. Tra gli oggetti legati ai rituali intorno alla morte si trovano anche livree funebri, sciarpe ed accessori usati dai becchini, diversi modelli di urne, di bare e di carri funebri, nonché attrezzature tra cui il campanello di emergenza, con il quale eventuali sepolti vivi potevano richiamare l'attenzione.

  • Zentralfriedhof (Cimitero centrale), Simmeringer Hauptstrasse 234, 1110 Vienna. Una piantina del Cimitero centrale e delle sue tombe d'onore si può richiedere al portale principale (Tor 2/portale 2).
  • Kapuzinergruft / Kaisergruft (Cripta imperiale/Cripta dei Cappuccini), Neuer Markt/Tegetthoffstrasse, 1010 Vienna, www.kaisergruft.at
  • Bestattungsmuseum Wien (Museo delle Pompe funebri di Vienna), Goldeggasse 19, 1040 Vienna, www.bestattungwien.at

 

Relazioni Stampa Italia

Relazioni Stampa Svizzera

Ente per il Turismo di Vienna
Nikolaus Gräser
tel. (+ 43 1) 211 14-365

Rate this article
Feedback to the vienna.info editorial team

Please complete all the mandatory fields marked with *.

Title *
Title
Service links